Programmazione.it v6.4
Ciao, per farti riconoscere devi fare il login. Non ti sei ancora iscritto? Che aspetti, registrati adesso!
Info Pubblicit� Collabora Autori Sottoscrizioni Preferiti Bozze Scheda personale Privacy Archivio Libri Corsi per principianti Forum
DesktopBSD: un sistema operativo basato su FreeBSD
Scritto da Fabrizio Pani il 14-10-2005 ore 06:57
Parallel Studio XE 2015
Lo scopo di <strong>DesktopBSD</strong> quello di creare un sistema Desktop facile da usare e sicuro, basandosi sull'ultima versione stabile di FreeBSD. Questo BSD usa il desktop KDE ed nato circa un anno prima di <strong>PC-BSD</strong>, di cui abbiamo <a target="_self" href="index.php?entity=earticle&idArticle=30224">gi trattato</a>.

L'installazione semplice, sufficiente scaricare l'immagine ISO dal sito, masterizzarla e impostare il bios per avviare il CD-Rom da boot, dopodich inizia l'installazione vera e propria. E' chiesto prima in quale disco si voglia installare il sistema operativo e poi se installare o no un bootloader; se presente gi Windows meglio rispondere di no e installare in seguito un bootmanager o usare quello Microsoft aggiungendo la scelta di DesktopBSD.

E' chiesta poi la partizione di destinazione che nel caso dei sistemi BSD deve essere primaria, in questo caso di tipo FreeBSD (<strong>0xA5</strong>) con una dimensione di almeno 4 GB. Nel caso non sia presente una partizione di questo, la si deve creare, naturalmente badando a non toccare eventuali altre partizioni gi presenti. In ogni caso sempre meglio fare prima un backup di tutti i dati. Il vantaggio che a differenza di FreeBSD non si devono impostare le slice all'interno della partizione, perch sono automaticamente create quelle<strong> d</strong>, <strong>e</strong>, ed <strong>f</strong> montate rispettivamente su <strong>/tmp</strong>, <strong>/var</strong>, e <strong>/usr</strong>.

Una volta scelta la partizione e cliccato sul pulsante per installare, non si deve fare altro. Semplicemente dopo un po' il processo sar terminato e si dovr riavviare il sistema togliendo il CD o cambiando l'ordine di boot.
Al primo riavvio verr chiesta semplicemente la password di root, di creare almeno un altro utente, e poi ci sar il wizard di configurazione di KDE.

I programmi presenti sono ridotti all'essenziale, per esempio c' solo Konqueror come browser, e si usa la versione <strong>5.4-RELEASE-p3</strong> del kernel FreeBSD.
Per saperne di pi e scaricare l'ultima versione, la <strong>1.0-RC2</strong>, entrare <a target="_blank" href="http://www.desktopbsd.net/">qui</a>.
Precedente: Le software house innovano a partire dalle politiche di licenza d'uso
Successiva: Il phishing cambia target: le one-time password
Intervento di Tommaso Tagliapietra a.k.a. pluto del 17-10-2005 ore 11:31, Spinea (VE)
Nobile
Nobile
(53 interventi)
Iscritto il 21-07-2004
Secondo me il fatto che DesktopBSD decida automaticamente le dimensioni potrebbe anche essere un male. Almeno FreeBSD puo' crearle in automatico ma permette di modificarle a piacere. Questo lo permette?
Copyright Programmazione.it™ 1999-2015. Alcuni diritti riservati. Testata giornalistica iscritta col n. 569 presso il Tribunale di Milano in data 14/10/2002. Pagina generata in 0.193 secondi.