Programmazione.it v6.4
Ciao, per farti riconoscere devi fare il login. Non ti sei ancora iscritto? Che aspetti, registrati adesso!
Info Pubblicità Collabora Autori Sottoscrizioni Preferiti Bozze Scheda personale Privacy Archivio Libri Corsi per principianti Forum
Valutare le prestazioni delle applicazioni web con JavaScript
Scritto da Rocco Galati il 20-10-2010 ore 10:00
Seminario Intel
Come si è detto in un precedente articolo, le applicazioni web sono sempre più ricche di contenuti e, in genere, propongono uno svariato numero di servizi, che contribuiscono a rallentare ulteriormente la navigazione e l'attività di interazione da parte dell'utente. Uno degli aspetti da tenere sotto controllo durante lo sviluppo di un applicativo è, quindi, il suo tempo di risposta e il suo comportamento complessivo.

L'oggetto MSPerformance, disponibile in Internet Explorer 9, contiene degli ottimi metodi e proprietà che permettono di valutare le prestazioni delle pagine web che si sviluppano, e sono tutti integrati nelle API dello standard DOM.

L'oggetto in questione tiene traccia di informazioni chiave, come l'intero caricamento del documento e l'attività di rete richiesta dalla pagina per trasferire le informazioni necessarie all'utente. Il fatto di poter accedere a questo tipo di statistiche permette al programmatore di andare a correggere gli eventuali problemi e a ottimizzare il codice, cercando di rendere l'applicazione più veloce.

MSPerformance espone principalmente tre utili proprietà: navigation, che fa riferimento ai dati di navigazione della risorsa; timing, che descrive lo status temporale relativo al caricamento del documento e timingMeasures, che effettua la valutazione delle prestazioni.

Gil Fink propone un esempio molto interessante di utilizzo dell'oggetto MSPerformance con i risultati già formattati sotto forma di una comoda tabella; ovviamente, bisogna ricordare che le funzionalità dell'oggetto sono disponibili solo dopo che l'intero documento è stato caricato.
Precedente: JavaCL, un porting Java di OpenCL
Successiva: Comandi PHP via shell
Copyright Programmazione.it™ 1999-2014. Alcuni diritti riservati. Testata giornalistica iscritta col n. 569 presso il Tribunale di Milano in data 14/10/2002. Pagina generata in 0.198 secondi.