Programmazione.it v6.4
Ciao, per farti riconoscere devi fare il login. Non ti sei ancora iscritto? Che aspetti, registrati adesso!
Info Pubblicità Collabora Autori Sottoscrizioni Preferiti Bozze Scheda personale Privacy Archivio Libri Corsi per principianti Forum
Librerie o micro framework per lo sviluppo in JavaScript?
Scritto da Fabio Lelli il 03-06-2011 ore 07:24
Parallel Studio XE
Viviamo in un’epoca — scrive Addy Osmani in un suo postnella quale la performance e la velocità di caricamento di una pagina sono costantemente sotto esame, ecco perché, a suo parere, non possiamo sempre dare per scontato l’uso di librerie come jQuery, che potrebbero farci pagare la loro potenza per lo meno con un discreto carico di KB da scaricare.

E se non avessimo bisogno di tutte le funzionalità offerte da una blasonata libreria? Non sarebbe più conveniente costruire un framework, o meglio un micro framework, con tutte e sole le funzionalità necessarie al nostro progetto? Microjs ed Ender sono due strumenti che potrebbero rispondere a questa esigenza. Oltre al minore carico di dati da scaricare, l'adozione di queste tecniche comporterebbe, secondo Osmani, altri vantaggi, come a modularità e una maggiore semplicità d’uso.

Tuttavia le librerie posso vantare, tendenzialmente, una migliore compatibilità cross-browser e una comunità di sviluppo più numerosa e affidabile. E sempre le librerie possono sostenersi su ben strutturati sistemi di bug tracking. Non bisogna inoltre dimenticare che alcune librerie come YUI già consentono una certa modularità, come avevamo ricordato in un altro contributo.

Le conclusioni? I vantaggi dei micro framework modulari sono sensibili, ma solo se siamo disponibili a mettere a rischio la compatibilità e soprattutto se abbiamo delineato molto chiaramente i fini e i limiti dell’applicazione che stiamo costruendo. Diversamente potremo ritrovarci con una soluzione più instabile, meno documentata, e che magari nel tempo è cresciuta fino a eguagliare il carico di dati e di elaborazione di una libreria standard.
Precedente: RIM rilascia la beta del suo BlackBerry 7 Java SDK
Successiva: Visual Studio vNext, innovazione tra Agile e ALM (1/2)
Copyright Programmazione.it™ 1999-2014. Alcuni diritti riservati. Testata giornalistica iscritta col n. 569 presso il Tribunale di Milano in data 14/10/2002. Pagina generata in 0.228 secondi.